Segnalazioni

Segnalazioni

La disciplina del c.d. ”whistleblowing” prevede una specifica tutela per il segnalante che voglia segnalare un illecito, in modo che questi possa agire senza il timore di subire conseguenze pregiudizievoli nei suoi confronti.

Ai sensi del D.lgs. 24/2023 rientrano nella definizione di segnalanti:

  • gli azionisti e persone con funzioni di amministrazione, direzione, controllo, vigilanza o rappresentanza, anche qualora tali funzioni siano esercitate in via di mero fatto;
  •  i lavoratori subordinati (dipendenti), compresi i lavoratori somministrati;
  • i lavoratori autonomi, nonché titolari di un rapporto di collaborazione;
  •  i lavoratori o collaboratori che svolgono la propria attività lavorativa presso soggetti che forniscono beni o servizi o che realizzano opere in favore di terzi;
  • i liberi professionisti e consulenti;
  •  i volontari e tirocinanti, retribuiti e non retribuiti.
La gestione dei canali interni di segnalazione è affidata all’Organismo di Vigilanza ex D.lgs. 231/2001.

Colui che intenda segnalare internamente le condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza in ragione del proprio rapporto di lavoro con la Società, può farlo utilizzando i seguenti canali:

  1. Canale di segnalazione scritto, il quale garantisce, tramite il ricorso a strumenti di crittografia, la riservatezza dell’identità della persona segnalante, della persona coinvolta e della persona comunque menzionata nella segnalazione, nonché del contenuto della segnalazione e della relativa documentazione: applicativo software accessibile al seguente link https://semitsrl.segnalazioni.net
    Il sistema prevede due modalità di invio della segnalazione:
    • Utente Registrato: l’utente crea un account e successivamente invia la segnalazione. Con i dati dell’account è possibile accedere alla segnalazione per verificarne lo stato di avanzamento ed inviare integrazioni. In questa modalità la segnalazione è riservata e l’identità può essere visualizzata (solo dal gestore delle segnalazioni).
    • Utente non registrato: è possibile creare una segnalazione (anche anonima) senza creare un account, alla quale è possibile accedere per verificare lo stato di avanzamento ed inviare integrazioni tramite i codici rilasciati dal sistema.
  2. Canale di segnalazione orale: il segnalante può richiedere un incontro diretto con l’Organismo di Vigilanza al fine di effettuare la segnalazione. Tale incontro può essere richiesto contattando l’OdV tramite la piattaforma di cui al punto precedente, richiedendo a quest’ultimo la programmazione di un incontro. L’OdV è tenuto a programmare, entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta, un incontro con il segnalante (in un luogo adatto a garantire la riservatezza del segnalante). Il contenuto della segnalazione verbale, previo consenso della persona segnalante, viene trascritto dall’OdV in apposito verbale, firmato da quest’ultimo e dal segnalante
Per ulteriori dettagli è disponibile il Regolamento per le segnalazioni di illeciti e irregolarità.